ECCO IL MACCHINARIO CHE DEVI ASSOLUTAMENTE AVERE NEL TUO CENTRO ESTETICO

soldi buttati

Ci siamo, non vedevo l’ora di darti questa notizia pazzesca! Da oggi avrai anche tu la possibilità di avviare da zero il tuo centro estetico e farlo diventare una macchina da soldi!

E’ finalmente disponibile sul mercato la più impressionante e performante macchina da business che sia mai stata concepita, e potrai averla anche tu! Anzi, sono sicuro che ce l’hai già.

No no aspetta, non sto parlando di macchinari tecnologici, né di nuove formulazioni cosmetiche e tantomeno di tecniche di massaggio hollywoodiane.

Non sono queste le vere armi su cui devi puntare per avere successo in estetica. O meglio, non devi partire da leasing e finanziamenti per accaparrarti (ogni anno) la novità del momento grazie alla quale ti vengono promessi miracoli, clienti e soldi a palate.

Leggi articolo

APRIRE UN CENTRO ESTETICO : REQUISITI E NORMATIVE

burocrazia

Se dovessi fare una lista delle domande più ricorrenti che i miei collaboratori ed io riceviamo, posso assolutamente confermare che al primo posto si posizionerebbe questa :

“Cosa serve per aprire un centro estetico?”

In realtà le procedure e le regole da rispettare per poter avviare una attività di estetica (fai da te o in franchising non cambia assolutamente nulla) non sono particolarmente complicate.

Tuttavia mi rendo conto che per chi è alle prime armi e non ha mai aperto una attività in proprio, la burocrazia necessaria può creare grattacapi e ritardi.

Leggi articolo

NON APRIRE UN CENTRO ESTETICO SE PRIMA NON HAI LETTO QUESTO

Oggi voglio dirti come stanno davvero le cose.

Mi capita spesso di parlare con persone che hanno intenzione di “buttarsi nell’estetica” o con estetiste che hanno maturato l’esperienza per poter finalmente aprire la propria attività.

Questo in realtà da un lato mi fa molto piacere perché conferma lo stato di ottima salute del settore che, nonostante periodi di congiuntura economica negativa, riesce a registrare segnali positivi anno dopo anno.

Dall’altro lato però non riesco a comprendere come nel 2016 ci siano ancora persone che credano di vivere negli anni ’80, dove bastava tirare su una serranda, creare un ambiente carino e pulito e poi il passaparola e i volantini avrebbero fatto conoscere a tutti la QUALITA’ e la PROFESSIONALITA’ dei servizi.

Leggi articolo